Bio Cantina - Coop. F.lli Giannattasio

"La nouvelle collection des vins Giannattasio" nasce e si sviluppa come tributo per tutte le donne, un tributo alla loro forza, personalità, eleganza e austerità.

Una donna che sarà dal tratto mediterraneo, famosa, elegante, impulsiva e misteriosa. Conosciuta per il suo carattere, la sua eccentricità, la sua intraprendenza.

La cui vita è stata coinvolta in situazioni differenti, complesse e meravigliose in cui legenda, fantasia, realtà, bellezza si sono fuse tra loro ed in cui gli eventi hanno poi avuto il sopravvento..

Il vino Bombino Bianco esprime al meglio le tipicità prevalenti del suo vitigno. Il grado di maturazione avanzata delle uve e la bilanciata acidità tipica del vitigno evidenziano un vino caratterizzato da intensi sentori floreali con note di gardenia e mela renetta. Vino di buona complessità, ottima bevibilità e freschezza. Si consiglia di servire a una temperatura di 8-10 °C. Espresso al meglio in abbinamento ad antipasti, finger food e piatti a base di pesce.

Il rosato da Nero di Troia è caratteristico. Si distingue per la sfumatura rosa corallo limpido del suo colore, i profumi hanno toni maturi e fragranti, con sentori di melograno e ciliegia e nuances di macchia mediterranea con accenni di rosmarino selvatico, al ginepro e alla radice di liquirizia. Il vitigno evidenzia all'assaggio una trama strutturale importante e durevole, ben equilibrata e persistente caratterizzata da un finale sapido e fruttato. Servire alla temperatura di 10-12°C.

Carattere ed eleganza contraddistinguono il Nero di Troia Giannattasio ricavato dal vitigno a bacca nera più noto della Daunia. La selezione e raccolta manuale delle uve seguita da una vinificazione in chiave moderna, in cui vi è la totale assenza di ogni tipo di pesticida e l’utilizzo di soli lieviti naturali con un accurato affinamento in acciaio a temperatura controllata, creano un vino nobile, il cui gusto è morbido, equilibrato, pulito, e con una personalità unica e complessa.

Piedirosso Biologico Giannattasio dal colore Rosso Rubino è identificabile per i suoi sentori di frutta rossa (fragole e ciliegie) cui si aggiungono rilevanti note floreali e speziate. Il blend di Nero di Troia e Piedirosso si combina al meglio per generare un vino estremamente morbido nel gusto, dal corpo pieno, un tannino soffice, maturo ed estremamente elegante. La sua lavorazione in chiave biologica sia in vigna (utilizzo di solo zolfo e rame) ed in cantina (fermentazione solo mediante l’utilizzo di lieviti naturali) valorizzano l’intensa sapidità e piacevolezza rilevata nel gusto. Servire a temperatura ambiente

Blend di Montepulciano e Nero di Troia dal colore rosso rubino con sfumature violacee il cui bouquet ha i sentori di frutti rossi, caffè, liquirizia. Ottima la morbidezza, perfettamente riuscito l’equilibrio tra acidità e tannino. Lunghezza e grassezza persistenti. Classificazione Rosso Puglia IGP Uve 70% Nero di Troia Biologico + 30% Montepulciano

“Ritrovare l’individuale autenticità ed identità di alcuni importanti vitigni Pugliesi ricchi di potenzialità non sempre riscoperte e valorizzate.

Esprimere le eccellenti e rare caratteristiche organolettiche dei vitigni ed enfatizzarle in un nuovo universo sensoriale sorprendente che si concretizzi nella nuova collezione di Vini.

Una collezione di vini che utilizzi un linguaggio giovanile, internazionale, piacevole, intraprendente, appassionato, interessante, ricco, variopinto...”

Collezione vini 2012 da Biocantina Giannattasio è un’ idea progettuale nata con la voglia di sviluppare uno stile di vini biologici che nella sua ampiezza riecheggiasse, enfatizzandole al meglio, le note prevalenti di quelli che consideriamo gli ingredienti primari nella generale realizzazione di valore e nella specifica produzione di Vini ricchi di struttura e complessità: un unicum particolare in cui dedizione, determinazione, qualità, selezione, passione, amore (associare immagine di riferimento ad ognuna di queste caratteristiche) possono ritenersi gli strumenti primari.

Il progetto si sviluppa associando e combinando al meglio

  • le eccellenti varietà di uvaggio presenti in Puglia
  • le meravigliose caratteristiche climatiche che rendono una regione come la Puglia territorio vocato ad una tradizione agricola secolare contraddistinta da elevata qualità e bontà
  • tecniche produttive innovative ed all’avanguardia arricchite da continue consulenze di esperti e basate sull’utilizzo dei migliori strumenti produttivi.caretterizzano per essere l’espressione massima degli elementi primari e principali di ogni vitigno.
  • Il livello qualitative enologico desiderato è espresso mediante l’utilizzo di uno stile nuovo, moderno, elegante, giovane, globale che mira a rintracciare ed enfatizzare le singole identità autoctone che ne compongono la collezione, valorizzandole nelle proprie peculiareità in modo da renderli più riconoscibili ed appetibili in un contesto internazionale sempre più desideroso di qualità e ricercatezza.

Bombino Bianco, Nero di Troia, Montepulciano, Piedirosso, i nomi dei vitigni autoctoni da cui il tutto comincia e da cui l’intera collezione 2012 deriva i propri nomi e pittogrammi.

Ognuno di essi enfatizza in modo chiaro e distinto l’espressività degli elementi primari ed al contempo le caratteristiche organolettiche intrinseche del proprio vitigno di derivazione. Il tutto arricchito con evidenti note di differenzazione, eleganza, stile, storicità, internazionalità, personalità, novità, qualità. “Collezione di Vini” nasce dalla voglia di rinascita, di territorialeità e contemporanea globalità, voglia di qualità.

La nouvelle collection des vins 2012 Giannattasio trova la sua origine in un processo di ristrutturazione e rinnovamento dello storico patrimonio familiare localizzato in Puglia, internamente alla DOC Rosso di Cerignola, esistente sin dal 1930, e dalla rivalutazione di alcune estensioni territoriali.

Fase iniziale:
i nuovi vigneti

Il nuovo processo di rinnovamento cominciato nel 2006 ha visto il suo nascere in una una prima fase in cui si è proceduto a realizzare un nuovo impianto di vigneti estesi sulla zona DOC del Rosso di Cerignola su un territorio di 10 HA circa. Terra assolata e dall’aria salmastra. I nuovi vigneti sono stati realizzati utilizzando tecniche di allevamento differenti da quelle usuali in Puglia ed importate da culture enologiche differenti particolarmente avanzate e caratterizzate da tecniche rinomate.

La determinazione ed intraprendenza di Giuseppe Giannattasio, manifestatasi con passione nelle attività di coltivazione diretta per la concretizzazione dei nuovi vigneti ed associata agli strumenti di sviluppo imprenditoriale predisposti dalla Regione Puglia, ha consentito il completamento della prima fase di totale rinnovamento aziendale.

I vecchi vigneti di appartenenza familiare a partire dal quel momento sono divenuti meravigliosi giovani vigneti, rigorosamente piantati a spalliera seguendo la migliore esposizione solore (Nord/Sud) per garantire un’equilibrata maturazione delle bacche. Il tutto pianificato in modo da avere raccolte e rese di prodotto ottimali in termini qualitativi e quantitativi.

Un terroir unico, con alle spalle una lunga storia fatta di vigne e di storia.

Tecnologia
per la Qualità

Il l tempo, la passione, l’amore per questa terra, la consapevolezza di quanto è in grado di offrire e di quanto debba essere valorizzata, l’ambizione di implementare la completezza dei processi produttivi, le abilità economiche e finanziare di MariaGrazia Giannattasio, la rigorosa supervisione del dott.re Franco Pastore (enologo di grande notorietà).

La Biocantina Giannattasio nel corso del 2012 valorizzando ciò che era patrimonio inutilizzato si è concretizzata in una perfetta sintesi tra estetica e funzionalità all’avanguardia, dimensionata per accogliere tutte le uve prodotte e permetterne la trasformazione con modalità operative naturali e rispettose della materia prima.

La biocantina si completa di una bottiglieria e bottaia che può ospitare fino a 15 barriques ed un impianto di imbottigliamento completamente automatico e tecnologicamente evoluto che apporta un tasso qualitativo fondamentale alla fase finale della lavorazione.

Le grandi vasche d’acciaio inox e le barriques in rovere di Slavonia proteggono il lento e prezioso passaggio della fermentazione e dell’affinamento fino all’emozione di un gran vino.

La nuova collezione di vini 2012 si è avvalsa della costante presenza e consulenza dell’enologo Pasquale Pastore e della maestria di Luigi Lupo in tutte le successive fasi di lavorazione.

Una nascita a cui seguirà una desiderata crescita costante, in cui l’impegno e la dedizione consentono oggi all’Azienda di procedere dall’iniziale vendita delle uve al primo imbottigliamento con annata 2012.

I Vini ed il
Nuovo Scenario

Al fine di conseguire l’obiettivo principale di valorizzazione dei magnifici prodotti ottenuti dalla nostra terra in contesti non sempre geograficamente prossimi, il progetto ha associato sin da subito l’ambiziosa idea di posizionare e presidiare i mercati esteri . A completamento del team di lavoro la figura e professionalità di MariaElena Giannattasio, attratta dalla diversità e bellezza di contesti internazionali e desiderosa, sia di preservare la propria provenienza territoriale sia di introdurre e promuovere le eccellenti bontà culinarie Pugliesi e non sempre ovunque rintracciabili, si impegna ad introdurre e presentare i nuovi vini ovunque sarà possibile e a relazionarsi con una nuova clientela su scala globale interessata alle nuove eccellenze.

Territorio, passione, innovazione sono I punti fermi di un cammino entusiasmante ma mai semplice, il cammino di riscrittura di una pagina di storia familiare, una storia agricola e vitivincola nel territorio Pugliese.

  • profumi intensi ed eleganti
  • persistenza aromatica
  • natura sontuosa
  • sapidità
  • morbidezza
  • sentori fruttati
  • dolci e mature
  • pieni di ricordi
  • abbandonarsi alle sensazioni
  • universo sensoriale sorprendente